top of page
  • Immagine del redattoreFrancesca Valentini

Non devi credere ai tuoi pensieri!

Recentemente stavo lavorando con una giovane donna brillante. Durante la nostra seduta abbiamo discusso della sua tendenza a pensare troppo e a cadere facilmente in una spirale di pensieri dalla quale ha difficoltà a uscire. Mentre elaborava la sua situazione, si fermò per un momento e mi guardò con un'espressione così scioccata che pensai che avesse visto un fantasma. Lei disse: "ASPETTA. Quindi mi stai dicendo che non devo credere ai miei pensieri?!?".





E lì mi colpì: dopo tanto tempo passato a trattare concetti psicologici, davo per scontato che tutti sapessero che non dobbiamo credere ai nostri pensieri. Che i nostri pensieri potrebbero essere sbagliati, falsi, semplici fantasie o illusioni.


Prova questo: pensa a un maiale blu con le ali. Riesci a immaginartelo in testa? SÌ? Ora immagina che il maiale blu con le ali sia seduto dietro di te. Puoi farlo? Più probabilmente.

Ebbene, quell'immagine lì è il risultato di un processo mentale. Esiste il maiale blu con le ali? Non che io sappia. E c'è un maiale blu con le ali seduto dietro di te? Molto, molto improbabile.

Cosa dice questo sul tipo di pensieri che la tua mente può creare? Sono sempre corretti e oggettivi?




Analizziamolo.


Il compito principale della tua mente è creare riferimenti tra le diverse cose, esperienze e informazioni che raccogli nel corso della vita. Questa capacità ti consente di funzionare in modo abbastanza produttivo. Tuttavia, nel tentativo di creare rimandi o intrecci tra eventi e informazioni, la tua mente consegna anche una discreta quantità di pensieri inutili, astrusi o assurdi.


Il tipo di pensieri, cioè il tipo di riferimenti, interconnessioni e connessioni tra le cose che la tua mente crea, sono principalmente il risultato della sua programmazione, vale a dire il modo in cui sei stato cresciuto, dove e quando, quali esperienze hai attraversato e alcune impostazioni biologiche predeterminate. .

I tuoi pensieri sono sempre coerenti con questa programmazione, ma questo non vuol dire che a) rispecchino la realtà eb) ti siano utili.





Quindi, non credere a tutto ciò che pensi . Non tutti i problemi che la tua mente ti segnala sono in realtà uno di essi. Allo stesso tempo, non tutte le soluzioni suggerite sono una buona soluzione. E non tutte le interpretazioni sono vere.


Una volta che riesci a prendere le distanze dai tuoi pensieri e inizi a osservare l'enorme quantità di spazzatura che la tua mente crea, non stupirti. Il loro aspetto è normale e non è un segno che ci sia qualcosa che non va in te.

Questo è solo il primo passo verso una vita libera dalla dittatura della tua mente.




2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page